Comunicato Stampa – Il coord. Cambiamo la mensa incontra il Ministero della salute

COMUNICATO STAMPA
INCONTRO MINISTERO DELLA SALUTE 12/7/2016


Premesso che lo stile alimentare attuale della popolazione e i menu della ristorazione collettiva favoriscono l’obesità nonché lo sviluppo di patologie croniche, e che le linee giuda ministeriali per la ristorazione collettiva sono obsolete e non tengono conto degli importanti risultati degli studi epidemiologici pubblicati negli ultimi 15 anni, l’associazione “L’ORDINE DELL’UNIVERSO attraverso il progetto COORDINAMENTO CAMBIAMO LA MENSA” Il giorno 12 luglio 2016 alle ore 11.30 è stata ricevuta dal Ministero della Salute.
L’oggetto dell’incontro è verificare la possibilità di poter aggiornare le linee guida ministeriali per allinearle con le raccomandazioni del Codice Europeo contro il cancro (ottobre 2014) e alle regole del Fondo Mondiale per La Ricerca sul Cancro. Gli studi citati hanno dimostrato in modo evidente, la relazione tra alimentazione e obesità infantile, in particolare eccesso proteico e bevande zuccherate.
Presenti all’incontro in rappresentanza del progetto Coordinamento Cambiamo la Mensa:
Elena Alquati – presidente dell’Ordine dell’Universo
Franco Berrino – Direttore del comitato scientifico dell’associazione L’Ordine dell’Universo e insieme fondatori del progetto stesso
In rappresentanza del Ministero della Salute:
· Dr. Roberto Capparoni– Direzione Generale per l’igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione
· D.ssa Elena Lo Fiego – Segreteria Particolare del Sottosegretario di Stato presso inistero della alute – Ministero della Salute
Era inoltre presente:
· Onorevole Luigi Dallai – Camera dei deputati – Deputati e Organi Parlamentari
Il Ministero della Salute si è dimostrato interessato a rivedere le indicazioni in questione e adeguarle ai LARN 2014 che vedono la riduzione di assunzione proteica ridotta del 30% rispetto ai LARN precedenti, e dichiarando che in questa revisione ci sarà il coinvolgimento del Ministero dell’Agricoltura e dell’Ambiente.


Si è inoltre affrontato l’importante argomento di inserire nei menù scolastici, alimenti integrali o semintegrali, sottolineando però le non poche difficoltà al riguardo sia per quanto riguarda la loro preparazione, sia per motivi culturali.

E’ un primo passo e siamo molto grati al Ministero della Salute per averci ricevuto, ma molto è ancora da fare e questo primo incontro apre la possibilità di un lavoro comune per il bene dei bambini per quanto riguarda le mense scolastiche, senza escludere le mense ospedaliere e aziendali. Elena Alquati si fa portavoce di questo progetto, sostenuta da quanti credono in questo cambiamento.
ROMA, 12 luglio 2016

scarica PDF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *